stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Perlo
UFFICI

ico_tributi.png
TRIBUTI

Modulistica


L'imposta municipale unica (IMU) o imposta municipale propria è un'imposta del sistema tributario italiano. Si applica sulla componente immobiliare del patrimonio e accorpa l'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF), le relative addizionali dovute in relazione ai redditi fondiari su beni non locati, l'imposta comunale sugli immobili (ICI).
Aliquote IMU per l'anno 2013
Aliquote IMU per l'anno 2015
Aliquote IMU per l'anno 2016
Aliquote IMU per l'anno 2017

Regolamenti


Regolamento IUC - IMU
Inserito sul sito il 15/01/2019 alle ore 15:25:23 per numero giorni 221

Come fare per


ADDIZIONALE IRPEF ANNI PRECEDENTI:



Anno 2016 0,8%

Anno 2015 0,8%

Anno 2014 0,7%

Anno 2013 0,5%

Anno 2012 0,5%

Anno 2011 0,5%

Anno 2010 0,5%

Anno 2009 0,5%

Anno 2008 0,5%

Anno 2007 0,5%

Anno 2006 0,5%
Anno 2005 0,5%
Anno 2004 0,5%
Anno 2003 0,5%
Anno 2002 0,5%
Anno 2001 0,5%
Anno 2000 0,4%
Anno 1999 0,2%
L'occupazione di spazi ed aree pubbliche puó essere richiesta per un periodo pari o superiore all'anno (permanente) o per un periodo inferiore all'anno (temporanea). 
La concessione o l'autorizzazione è soggetta al pagamento di un canone. 

Concessioni/Autorizzazioni 
Le occupazioni permanenti o temporanee di suolo, soprassuolo o sottosuolo pubblici, comportino o meno la costruzione di manufatti, sono soggette a concessione/autorizzazione. 

Durata delle occupazioni 
Le occupazioni di suolo pubblico sono permanenti e temporanee. 
Sono permanenti le occupazioni, di carattere stabile, effettuate anche con manufatti, la cui durata, risultante dal provvedimento di concessione, non è inferiore all’anno. 
Le frazioni superiori all’anno sono computate in misura proporzionale all’anno. 
Sono temporanee le occupazioni, effettuate anche con manufatti, la cui durata, risultante dall’atto di autorizzazione, è inferiore all’anno. 
Le occupazioni abusive, comunque effettuate, risultanti dal verbale di contestazione redatto da un pubblico ufficiale, sono considerate sempre temporanee. 

Suddivisione del territorio comunale 
La tariffa base per la determinazione del canone di concessione/autorizzazione è graduata in rapporto all’importanza delle aree e degli spazi pubblici occupati. 
A tal fine, sentita la commissione edilizia, il territorio comunale è suddiviso in tre categorie, secondo il seguente elenco di classificazione di strade ed aree pubbliche: 

CATEGORIA I:  Via Fornaca, Via Perletta, Via Costa, Via Villaro, Via Cantone del Villaro, Via Moretti (eccezzione tratti interessati dalla Strada Provinciale e aldifuori dei nuclei abitati)

CATEGORIA II: Strada Provinciale anche interessata dalla via di cui alla categoria I nonchè le case sparse


Le strade di nuova costruzione, in attesa della deliberazione di classificazione, saranno provvisoriamente considerate appartenenti alla III categoria. 
Le occupazioni effettuate in angolo fra strade appartenenti a categorie diverse sono soggette al canone relativo alla categoria superiore. 

Determinazione della misura di tariffa base (TB) 

Occupazioni temporanee: 
Per le occupazioni temporanee di suolo e spazi pubblici, la misura di tariffa a giorno per metro quadrato o metro lineare è di:
Occupazione del suolo, soprassuolo e sottosuolo

I categoria     II categoria 
€ 1,03291 € 0,51645

Per le occupazioni temporanee, anche non continuative, aventi durata inferiore al giorno, la misura di cui sopra è determinata in proporzione di un ventiquattresimo della tariffa giornaliera alle ore di effettiva occupazione

TARIFFA OCCUPAZIONE PERMANENTI

Per le occupazioni permanenti il canone è dovuto per anni solari a ciascuno dei quali corrisponde un’obbligazione patrimoniale autonoma. Essa è commisurata alla superficie occupata e si applica sulla base della tariffa approvata.

I categoria     II categoria 
€ 17,55953 € 8,77976

Agevolazioni 
Il canone è dovuto: 
•per le occupazioni realizzate in occasione di manifestazioni politiche, culturali o sportive,  nella misura del 20% 

Riduzioni 
•per i passi carrabili la tariffa è ridotta al 50%
•per le occupazioni temporanee che si protraggano per un periodo non inferiore a quindici giorni la tariffa è ridotta  del 30%; 
•per le occupazioni realizzate nell’esercizio di attività e giochi dello spettacolo viaggiante e da mestieri girovaghi, la tariffa è ridotta dell’80%; 
•per le occupazioni temporanee realizzate  da venditori ambulanti, pubblici esercenti e da produttori agricoli che vendono direttamente il loro prodotto la tariffa è ridotta del 50%.

Le riduzioni previste dal presente articolo sono cumulabili. 

Spettacoli viaggianti e commercio in forma itinerante 
Per le occupazioni con attività dello spettacolo viaggiante o nell’esercizio di mestieri girovaghi, la superficie computabile ai fini del canone è quella risultante dall’atto di autorizzazione. 
Nelle occupazioni di cui sopra non sono computabili quelle realizzate con veicoli destinati al ricovero di mezzi e persone. 
Le superfici occupate con installazioni di attrazioni, giochi e divertimenti dello spettacolo viaggiante sono calcolate in ragione del 50% fino a 100 mq., del 25% per la parte eccedente 100 mq. e fino a 1.000 mq., del 10% per la parte eccedente i 1.000 mq.. 

Le superfici eccedenti i 1.000 mq. per le occupazioni sia permanenti che temporanee sono calcolate in ragione del 10%. 

Modalità e termini per il pagamento del canone 
Per le occupazioni permanenti, il pagamento del canone va effettuato, per la prima annualità di riferimento dell’occupazione, entro 30 giorni dal rilascio del relativo atto di concessione e, per le annualità successive, il pagamento dovrà essere effettuato entro il  31 marzo mediante: 
•versamento diretto alla tesoreria del comune; 
•conto corrente postale intestato al Comune di Perlo - Servizio di tesoreria n.ro 15791122. 

Per le occupazioni temporanee, il pagamento del canone per essere considerato anticipato deve effettuarsi entro il giorno successivo a quello del rilascio dell’autorizzazione, e, comunque prima dell’occupazione stessa. 
Qualora non si richieda il pagamento anticipato, deve essere versato entro l’ultimo giorno di occupazione previsto nell’autorizzazione. 
Per le occupazioni temporanee effettuate in occasione del mercato settimanale, si considera versato in via anticipata il canone, o rata del canone, corrisposto entro il 31 marzo dell’anno di riferimento.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO 
Decreto Legislativo n. 446 del 15 dicembre 1997 e successive modificazioni ed integrazioni; 
- Regolamento per l'applicazione del Canone per l'Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 15 del 14/09/1994
Il Comune di Perlo gestisce in appalto il servizio dell' illuminazione elettrica votiva sulle tombe, cappelle, loculi, ossari,colombari, lapidi ecc., esistenti nel Cimitero Comunale.

Il servizio viene reso dalla ditta aggiudicataria:

LUXOM srl- Via Manzoni 8- 15100 Alessandria

L’utente che fosse interessato all’allacciamento alla rete di illuminazione votiva dovrà far domanda sull’apposito modulo e recapitarlo presso gli uffici comunali o trasmetterlo direttamente alla ditta Luxom srl di Alessandria.

Il costo di allacciamento varierà a seconda l’intervento sia per adattamento della lampada votiva elettrica già esistente, oppure se venga eseguita altresì la fornitura ed installazione dell’oggetto funebre artistico (lumino in bronzo o acciaio). Per le tombe di famiglia (Cappelle) deve intendersi costo di allacciamento il solo punto luce posto al centro volta, tutte le opere che si rendessero necessarie o venissero direttamente richieste dall’utente saranno concordate dopo uno specifico sopralluogo e relativo preventivo di spesa.

L’utente sarà tenuto oltre al pagamento oltre al costo di allacciamento, ad un canone annuale determinato per il biennio 2007/2008 in euro 12,91 oltre IVA e spese postali, da versarsi direttamente alla ditta Luxom srl.
Chiunque intenda iniziare la diffusione di messaggi pubblicitari attraverso dorme di comunicazione visive o acustiche, deve presentare denuncia in forma scritta tramite dichiarazione in cui indichi termini e modalità d’esecuzione della pubblicità.

Il pagamento del diritto potrà essere effettuato direttamente presso gli uffici comunali dove sarà rilasciata relativa bolletta oppure tramite versamento su conto corrente postale n.ro 15791122 intestato al Comune di Perlo; in tal caso la bolletta verrà trasmessa tramite posta all’atto del materiale ricevimento della ricevuta di versamento.

La tariffa per il servizio delle pubbliche affissioni è ridotta alla metà:

a) per la pubblicità effettuata da comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non abbia scopo di lucro;
b) per la pubblicità relativa a manifestazioni politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzi, con il patrocinio o la partecipazione degli enti pubblici territoriali;
c) per la pubblicità relativa a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza;

A - PUBBLICITA' ORDINARIA

Effettuata mediante insegne, cartelli, locandine, stendardi . . .:

per ogni metro quadrato e per anno solare. . .. . . €. 11,3620
-se in forma luminosa o illuminata €. 33,0532

-se di durata non superiore a tre mesi, per ogni mese. . .. . .. €. 1,1362
-se in forma luminosa o illuminata. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . ... €. 3,3053

-con superficie compresa tra mq. 5,5 e 8,5 le tariffe sono aumentate del 50%

-con superficie superiore a mq. 8,5 le tariffe sono aumentate del 100%


B - PUBBLICITA' EFFETTUATA CON VEICOLI IN GENERE

All'interno o all'esterno di vetture autofilotramviarie, barche o simili di uso pubblico o privato, in base alla superficie complessiva, per ogni metro quadrato e per anno solare si applicano le stesse tariffe e modalità previste per la pubblicità ordinaria.


C - PUBBLICITA' EFFETTUATA SUI VEICOLI DI PROPRIETA' DELL'IMPRESA

a)-per autoveicoli con portata superiore a 3.000 Kg. . .. . ... €. 74,3698
-se veicoli circolanti con rimorchio. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . . €. 148,7395

b)-per autoveicoli con portata inferiore a 3.000 Kg. . .. . ... €. 49,5798
-se veicoli circolanti con rimorchio. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . . €. 99,1597
c)-per motoveicoli non ricompresi nelle due
categorie precedenti. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . . €. 24,7900
-se veicoli circolanti con rimorchio. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . . €. 49,5798

L’imposta non è dovuta per l’indicazione del marchio, della ragione sociale e dell’indirizzo dell’impresa, purchè sia apposta non più di due volte e ciascuna iscrizione non sia di superficie superiore a mezzo metro quadrato.


D - PUBBLICITA' EFFETTUATA CON PANNELLI LUMINOSI E PROIEZIONI
(art.14.1)

a)-per la pubblicità effettuata con pannelli luminosi e simili, per ogni metro quadrato di superficie, per anno solare:
-per conto altrui. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . . €. 33,0532
-se di durata non superiore a tre mesi, per ogni mese. . .. . . €. 3,3053

-per conto proprio dall'impresa. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . . €. 16,5266
-se di durata non superiore a tre mesi, per ogni mese. . .. . . €. 1,6526

b)-per la pubblicità realizzata attraverso diapositive, proiezioni luminose o cinematografiche e simili:
-per ogni giorno. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. €. 2,0658
-se superiore a trenta giorni, per ogni giorno. . .. . .. . .. . .. €. 1.0329

E - PUBBLICITA' VARIA

-con striscioni o mezzi similari, per ciascun metro quadrato e per ogni periodo di esposizione di quindici giorni o frazione. . .. . .. . .. . .. . .. . .. €. 11,3620
-con aeromobili per giorno o frazione di giorno €. 49,4798
-con palloni frenati . . .. . .. . .. . .. . ... €. 24,7899
-mediante distribuzione, anche con veicoli, di manifestini
o altro, per ogni giorno o frazione . . .. . .. . .. . .. €. 2,0658
-mediante apparecchi amplificatori e simili, per ciascun
punto di pubblicità e per ciascun giorno o frazione . . .. . ... €. 6,1974
CHI PAGA
Sono tenuti a versare l’IMU i proprietari di immobili, inclusi i terreni e le aree edificabili, a qualsiasi uso destinati, ivi compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa;
I titolare di diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie su tali immobili.
Nel caso di concessione su aree demaniali tenuto al versamento è il concessionario. 
Per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria, soggetto passivo è il locatario a decorrere alla data della stipula e per tutta la durata del contratto.

DETERMINARE LA BASE IMPONIBILE 
Il metodo di determinazione della base imponibile presenta molto analogie con quanto previsto dal previgente regime I.C.I. 

NB: per il Comune di Perlo essendo Comune montano i terreni agricoli sono esentati dal pagamento dell'imposta.

Per conoscere la rendita catastale è disponile sul sito dell’Agenzia del territorio un apposito servizio. 
È sufficiente indicare nei campi di ricerca del modulo:
  • il proprio codice fiscale
  • gli identificativi catastali (Comune, sezione, foglio, particella)
  • la provincia di ubicazione di un qualsiasi immobile.
 
APPLICARE L’ALIQUOTA E LA DETRAZIONE PER L’ABITAZIONE PRINCIPALE

L’imposta municipale propria non si applica ai fabbricati adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze. Non godono dell’agevolazione di cui al precedente comma 1 le abitazioni principali classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 ed A/9.

Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui  componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile.

E’ assimilata all'abitazione principale l'unità immobiliare posseduta, a titolo di proprietà o di usufrutto, da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di icovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata. E’, altresì, assimilata all’abitazione principale l'unità immobiliare concessa in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado (nei limiti previsti dalla vigente normativa introdotta dalla legge di stabilità 2016)

Per pertinenze dell’abitazione principale si intendono le unità immobiliari destinate in modo durevole a servizio della stessa, purché esclusivamente classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.

MESI E LE QUOTE DI POSSESSO
L’I.M.U. l'imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota ed ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso; a tal fine il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno quindici giorni è computato per intero. A ciascun anno corrisponde una autonoma obbligazione tributaria. 
Esempi: 
Se il contribuente ha posseduto nel 2016 un immobile per soli 6 mesi l’importo dovuto andrà calcolato in ragione di 6/12, ovvero al 50%. 
Se il contribuente ha posseduto un immobile al 50% con un altro contribuente (anche questo quindi titolare al 50%) e tale possesso si è protratto per soli sei mesi nel corso dell’anno l’importo dovuto andrà calcolato in ragione di 6/12, ovvero al 50%

QUANDO E COME SI PAGA 
I contribuenti sono tenuti ad effettuare il versamento dell'imposta per l'anno in corso in due rate di pari importo, scadenti la prima il 16 giugno e la seconda il 16 dicembre .
Il versamento dell’I.M.U. puó avvenire solo con il modello F24.
 
La misura del diritto sulle pubbliche affissioni per ciascun foglio di cm.70x100 e per i periodi
sottoindicati é la seguente:

-per i primi 10 giorni. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . .. . ... € 1,0391
-per ogni periodo successivo ai 5 giorni o frazione. . .. . .. . ... € 0,3099

Per ogni commissione inferiore a cinquanta fogli il diritto e' maggiorato del 50%

Per manifesti costituiti da 8 fino a 12 fogli il diritto è maggiorato del 50%

Per manifesti costituiti da più di 12 fogli il diritto è maggiorato del 100%

La tariffa per il servizio delle pubbliche affissioni è ridotta alla metà:

a) per manifesti riguardanti in via esclusiva lo Stato e gli enti pubblici territoriali e che non rientrano nei casi per i quali è prevista l’esenzione;
b) per i manifesti di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non abbia scopo di lucro;
c) per i manifesti relativi ad attività politiche, sindacali e di categoria, culturali,m sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzi, con il patrocinio o la partecipazione degli enti pubblici territoriali;
d) per i manifesti relativi a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza;
e) Per gli annunci mortuari.

Il pagamento del diritto potrà essere effettuato direttamente presso gli uffici comunali dove sarà rilasciata relativa bolletta oppure tramite versamento su conto corrente postale n.ro 15791122 intestato al Comune di Perlo; in tal caso la bolletta verrà trasmessa tramite posta all’atto del materiale ricevimento della ricevuta di versamento.
Dal mese di ottobre 2003 il servizio idrico integrato (ACQUEDOTTO-FOGNATURA-DEPURAZIONE) è stato affidato all’Azienda Cuneese dell’Acqua SpA (A.C.D.A) al quale l’utente dovrà far riferimento per ogni eventuale esigenza. Gli uffici comunali rimangono comunque a disposizione dell’utenza per ogni eventuale problema o informazione.
Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani (T.A.R.S.U.)

La tassa smaltimento rifiuti solidi urbani (T.A.R.S.U.) è dovuta da chiunque occupa o ha a disposizione, nel territorio del Comune, locali od aree scoperte pertinenziali o accessorie diverse dalle aree a verde, con vincolo di solidarietà tra coloro che usano in comune i locali/aree.
La tassa dovuta viene calcolata, nel caso di unità abitative, considerando la superficie del locali/aree.

ADEMPIMENTI DEL CONTRIBUENTE

Il contribuente è tenuto a presentare denuncia iniziale (contenere le generalità del contribuente, la data dell'inizio dell'occupazione/detenzione dei locali/aree, l'ubicazione del fabbricato, la destinazione d'uso, la superficie tassabile) all'Ufficio Tributi entro il 20 gennaio successivo all'inizio della occupazione/detenzione di locali/aree.
La denuncia puó essere compilata sul modulo fornito dall'Ufficio e poi restituita o spedita per posta all'Ufficio Tributi medesimo.
Ogni variazione (cessazioni, modificazioni del cespite) deve essere denunciata dal contribuente

E’ importante che il contribuente compili il modulo di denuncia in tutte le sue parti, in quanto solo in tal modo si puó avere il quadro completo e si puó programmare ed ottimizzare eventuali nuove esenzioni o riduzioni di imposta per talune categorie.

Attualmente è unicamente prevista la riduzione di un terzo in caso di unità immobiliare detenuta da un residente unico occupante.

Deduzione del 70% in caso l’immobile sia posto ad una distanza superiore ai 1000 metri dal più vicino punto di raccolta.

I locali accessori, cantine, garage, soffitte sono calcolati ad 1/3 della superfice dichiarata.

La riscossione della Tarsu è affidata al Concessionario che provvede direttamente all'invio dell'avviso di pagamento all'indirizzo di residenza od al recapito richiesto dal contribuente.

MODULO DENUNCIA INIZIALE

MODULO DENUNCIA VARIAZIONE

TARIFFE TARSU ANNO 2009

categoria




tariffa

I

abitazioni

1,29114

II

uffici

1,70430

III

stabilimenti edifici industr.

3,35696

IV

negozi

3,35696

V

esercizi pubblici

3,35696

VI

case di cura, collegi

3,35696

VII

circoli, ass.sportive

1,29114

VIII

aree distributori carburanti

3,35696

IX

aree scoperte uso privato

1,29114

   Il Comune
Comune di Perlo - Via Fornaca, 18 - 12070 Perlo (CN)
  Tel: 0174.74150   Fax: 0174.74150
  Codice Fiscale: 00515610046   Partita IVA: 00515610046
  P.E.C.: perlo@cert.ruparpiemonte.it   Email: perlo@ruparpiemonte.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.